CIP

Editori privati

Il servizio CIP (acronimo di Cataloguing in publication data), avviato in forma sperimentale nel 1995 ed oggi regolato dalla circolare assessoriale n. 6 del 1999 (Gazzetta ufficiale della Regione siciliana n. 33 del 1999), si occupa della catalogazione di opere in corso di pubblicazione, ancor prima della loro pubblicazione.

Sulla base dei dati forniti dall’editore, la Biblioteca predispone le schede catalografiche, che vengono poi stampate sui volumi stessi.

La scheda CIP, oltre a semplificare la catalogazione dei volumi per le altre biblioteche (fornisce infatti elementi catalografici relativi alle intestazioni ed ai titoli originali già controllati), permette - con la immissione dei dati nel sistema SBN - una migliore informazione e circolazione delle notizie relative alla produzione editoriale siciliana.

Fruiscono del servizio CIP:

su base volontaria, tutti gli editori siciliani, privati e istituzionali, che aderiscono al servizio (per un periodo di tre anni rinnovabili);

obbligatoriamente, tutti coloro che ricevono contributi o finanziamenti dall’Assessorato regionali dei beni culturali e dell’identità siciliana, per iniziative che prevedono la realizzazione di pubblicazioni;
gli organi dell’Assessorato regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana (vedi pagina dedicata)

La scheda Cip deve essere richiesta con il modulo apposito e obbligatoriamente correlato da copia del frontespizio;

L'ISBN e la scheda CIP verranno inviate via e-mail, quindi siinvita a fornire un indirizzo e-mail di riferimento.

 

 

CIP Istituti Assessorato BB.CC. e I.S.

 

La Biblioteca centrale della Regione siciliana “A. Bombace” dal I aprile 2005 supporta per alcuni aspetti  biblioteconomici l’attività editoriale dell’Assessorato dei beni culturali e dell’identità siciliana della Regione siciliana.

L’Assessorato infatti, attraverso i suoi uffici, centrali e periferici, direttamente pubblica o promuove la pubblicazione di opere di varia tipologia. In particolare:

come editore, con suo codice ISBN
in coedizione con altro editore, sia esso professionale o Ente
con altro editore, mantenendo la responsabilità tecnica e la paternità intellettuale della pubblicazione

In genere l’Assessorato si riserva il copyright sulla pubblicazione. Tale pratica è particolarmente importante per il terzo caso sopra riportato, in quanto è la garanzia principale per il mantenimento della proprietà scientifica della pubblicazione.

Oltre che pubblicazioni a stampa,  vengono anche prodotte pubblicazioni su differenti supporti, quali CD, CD-rom o DVD.

Così come previsto dalla circolare n. 3776 del 29.11.2004, diffusa dal Dipartimento dei beni culturali dell’Assessorato BB.CC.AA., le edizioni assessoriali devono riportare sul frontespizio:

in basso la dicitura: “Palermo, Assessorato dei beni culturali e dell’identità siciliana, Dipartimento dei beni culturali e dell’identità siciliana”;
in alto il nome dell’ufficio che ha materialmente redatto il volume ed eventuali loghi (p. e. Soprintendenza  BB.CC. di Palermo)

Le pubblicazioni in coedizione devono recare sul frontespizio, in basso, sia l’indicazione dell’assessorato che quella del coeditore.

La Biblioteca centrale della Regione siciliana fornisce per ogni singola pubblicazione la scheda CIP e il codice editoriale ISBN, quest’ultimo ove necessario. La scheda CIP e l’ISBN editoriale vengono rilasciati anche per pubblicazioni bibliografiche non cartacee, stampate su altri supporti (CD, DVD, etc)

In questa pagina viene inserito in formato .doc il modulo di richiesta Cip per le pubblicazioni curate dall’Assessorato e dai suoi uffici. Alle richieste di compilazione di una nuova CIP, secondo le indicazioni contenute nel modulo stesso, andrà allegato il frontespizio del volume in corso di stampa.

Si prega di segnalare una e-mail di riferimento per l’invio dell’ISBN da accludere alla pubblicazione.

A pubblicazione avvenuta, l’istituto produttore invierà a questa Biblioteca, così come prescritto dalla citata circolare, n. 3 copie di cui una per l’inserimento nell’archivio “Sicilia da leggere”. A seguito di tale invio, la Biblioteca completerà la notizia catalografica già inserita a livello regionale all’atto della richiesta della CIP e la renderà visibile su scala internazionale nella b/d del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN).

Annualmente la Biblioteca predispone un elenco, che viene pubblicato in questa pagina. Gli elenchi annuali sono comprensivi anche di tutte quelle opere pubblicate direttamente dai vari uffici dell’amministrazione dei beni culturali, prescindendo dalla richiesta di attribuzione dell’ISBN e della redazione della scheda CIP, delle quali la Biblioteca ha avuto notizia.

Gli elenchi sono ordinati alfabeticamente per autore e titolo. Le informazioni presenti  per ciascuna descrizione sono analoghe a quelle reperibili nelle CIP stampate sui rispettivi volumi, tranne che per il BID (numero identificativo della notizia), in quanto qui viene riportato il BID presente in SBN dopo il trattamento catalografico del volume che può non coincidere con quello stampato sul volume e determinato all’atto del primo inserimento della notizia in rete. Le descrizioni sono corredate in calce dal nome dell’ufficio periferico che le ha richieste e ad esso si antepone un asterisco quando alla Biblioteca l’opera non risulta ancora pubblicata o che comunque non è ancora pervenuta (infatti, tra la richiesta della CIP e l’effettiva pubblicazione e distribuzione dell’opera può trascorrere parecchio tempo).

Gli elenchi verranno aggiornati con cadenza quadrimestrale.

Si invitano gli uffici periferici al controllo delle notizie loro attribuite e al sollecito invio dei volumi già pubblicati e non ancora inviati alla Biblioteca centrale della Regione siciliana.

La scheda Cip deve essere richiesta con il modulo apposito e obbligatoriamente correlato da copia del frontespizio; può essere inviato via fax al n. 091.7077644 e via e- mail all'indirizzo:

gustavo.volpes@regione.sicilia.it

 

Le pubblicazioni assessoriali devono essere correlate da:

frontespizio,
indicazioni di numero di pagine, dimensioni del volume, indicazione di rilegatura, numero di copie stampate, eventuale prezzo, indicazione di copyright.
L'ISBN e la scheda CIP verranno inviate via e-mail, quindi si invita a fornire un indirizzo e-mail di riferimento