"Francesca Serio. La madre" presentazione in anteprima del libro di Franco Blandi, edito da Navarra Editore

Biblioteca centrale della Regione siciliana "A. Bombace" - Palermo

16/05/2018 - Eventi - Incontro





Luogo: Sala consultazione

Data: 16 maggio - ore 17,00

Anno: 2018

Categoria: Incontro

Dialogheranno con l'autore:

Carlo Pastena
   (Direttore della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana)
Pippo Oddo
   (Scrittore e storico del movimento contadino)
Fabio Cannizzaro
   (Circolo Nebroideo Socialista Indipendente "Italo Carcione")
Ottavio Navarra
    (Editore)
Letture di Oriana Civile
    (Attrice e cantante)

Francesca Serio 

Il testo è dedicato alla prima donna siciliana che ebbe il coraggio di denunciare apertamente i mafiosi,
responsabili dell'uccisione del figlio Salvatore Carnevale, trucidato proprio il 16 maggio del 1955.

Francesca Serio separatasi dal marito, con il figlio ancora in fasce, si trasferì con la sua famiglia a Sciara, nel palermitano, seguendo un flusso migratorio interno che in quegli anni portò migliaia di braccianti e contadini a lavorare nei feudi delle famiglie nobili palermitane,  racconta la sua vita di contadina tra i campi con un figlio da crescere, le lotte per la terra contro il potere del feudo e dei mafiosi, le battaglie del figlio per dare dignità ai contadini, la barbara uccisione di Salvatore Carnevale e l'incessante ricerca di giustizia che animerà tutta la sua esistenza. Un romanzo storico che attraverso il racconto di Francesca, apre una finestra sulle condizioni di vita del mondo contadino nel secolo scorso.

L'autore ricostruisce le vicende in maniera puntuale, attraverso la voce della stessa Francesca Serio che nel romanzo narra le vicende che l'hanno vista coinvolta suo malgrado. I fatti, i personaggi, le circostanze, sono
assolutamente reali. Uno spaccato della storia delle lotte dei contadini in Sicilia, i quali, spesso in solitudine, hanno pagato prezzi elevatissimi per affermare i più elementari diritti, contro lo strapotere padronale e mafioso. Una forma di racconto originale, in equilibrio tra fonti storiche e romanzo, che restituisce la dimensione più intima della vita di Francesca Serio, “Mamma Carnevale”, la madre coraggio, oggi, spesso, dimenticata.